Un piccolo regalo di buone feste: SEO Memory

by searchbrain on 24 dicembre 2012

A volte i tool SEO più utili sono anche quelli più semplici.

Approfittando del periodo di fine anno, abbiamo deciso di farvi i nostri auguri di un prospero 2013 regalandovi un piccolo ma (riteniamo) prezioso strumento che abbiamo sviluppato.

Si tratta di SEO Memory, una cronistoria interattiva delle più importanti novità legate agli algoritmi di Google e ai suoi update. Oltre a poter spostare orizzontalmente i contenuti della finestra di tempo mostrata, potete fare zoom con la rotella del mouse o usando gli appositi pulsanti nell’interfaccia.

Regalo da SearchBrainMolti degli eventi elencati offrono un link ad un articolo di approfondimento, se possibile un annuncio ufficiale da parte di Google.

Siccome alcuni aggiornamenti di Google hanno riguardato solo specifiche nazioni o lingue, a volte abbiamo evidenziato tra parentesi quadre anche la lingua o la nazione alla quale l’aggiornamento era dedicato.

Nel lavoro quotidiano, SEO Memory è tornato utile sopratutto per avere una visione di insieme dei più recenti algoritmi introdotti dal motore di Mountain View e per individuare eventuali coincidenze tra le date di introduzione degli update e i fenomeni di visibilità e traffico registrati sui siti che monitoriamo.

Il tool sarà un costante work in progress: verrà aggiornato con le novità da Google, estenderemo il periodo di anni coperti e forse lo arricchiremo di nuove funzionalità, cercando comunque di mantenerlo semplice come piace a noi.

Per il momento, godetevi questa prima versione e consideratela parte dei nostri auguri per un ottimo nuovo anno. Auguri!

P.S. Ringraziamo Andrea Pernici per averci segnalato dei link non funzionanti.

{ 4 comments }

Pubblichiamo con piacere le slide dell’intervento “Velocità dei siti ed esperienza utente, le ottimizzazioni che non ti aspetti“, che SearchBrain ha presentato al recente evento WebReevolution 2012 per mano di Enrico Altavilla.

Il tema è stato scelto per tentare di andare oltre quelle tipiche ottimizzazioni di performance che vengono applicate ai siti web seguendo i suggerimenti di tool quali Google Page Spees, YSlow! e WebPageTest.org

La presentazione ovviamente non contiene tutte le considerazioni fatte a voce durante l’intervento ma pensiamo che sia un buon punto di partenza per documentarsi ulteriormente sugli argomenti trattati.

Mappa delle relazioni tra risorse previste dal linguaggio HTMLCome “chicca”, aggiungiamo un ulteriore consiglio strettamente legato a quelli proposti nella presentazione: studiate bene come possono essere usate le relazioni nei tag HTML di tipo “LINK” (con le variazioni previste per HTML5) prima ancora che Google inizi a sfruttarle, come è successo per le relazioni di tipo “next” e “prev”.

Buona lettura!

{ 0 comments }

Il prossimo 16 giugno 2012 si terrà a Roma il WebReevolution (sì, con due “e”), un evento di formazione organizzato da GT Idea e dedicato al web marketing.

La SEO sarà tra le discipline trattate al convegno e SearchBrain parteciperà con due interventi tenuti da Enrico Altavilla.

WebReevolution

I cinque argomenti a cui WebReevolution è dedicato

Il primo intervento sarà intitolato “Il SEO è morto: linee guida per il riciclaggio di zombie disorientati” e farà il punto su come la figura del SEO sta evolvendo in funzione dei cambiamenti osservati sul web nel corso degli anni. Verranno dati consigli concreti su come affrontare le nuove esigenze del mercato e su come prendere le distanze da un modello di SEO diffuso ma destinato a diventare limitante col passare del tempo.

Il secondo intervento, “Velocità dei siti ed esperienza utente: le ottimizzazioni che non ti aspetti“, fornirà consigli tecnici molto pratici su come migliorare la velocità e reattività di un sito web, in parte osservando come gli utenti interagiscono con esso.

Per chi verrà, ci auguriamo di poter scambiare con piacere le consuete due chiacchiere su web marketing e motori di ricerca. 🙂

{ 0 comments }

Una didattica innovativa: SearchBrain al SEO Rock

by searchbrain on 22 dicembre 2011

Logo del SEO RockPiersante Paneghel ed Enrico Altavilla saranno tra i docenti del SEO Rock, un evento di formazione SEO dalla formula innovativa che si terrà a Lonigo (Vicenza) il 9, 10 e 11 febbraio 2012 e sarà organizzato da YoYo Formazione Rotolante.

Invece di un corso SEO teorico, YoYo ha proposto ai consulenti di SearchBrain di svolgere durante l’evento delle attività di ottimizzazione di siti web in tempo reale, esattamente come se si trattasse di progetti per i propri clienti.

Gli iscritti potranno in questo modo osservare tutte le principali fasi di un progetto di search marketing, a cominciare dalla definizione di una strategia e continuando con la pianificazione di attività SEO e il loro svolgimento sul campo.

La definizione di “corso” è dunque non appropriata, perché l’evento non prevede una tipica scaletta di argomenti da discutere ma mostra invece come le attività SEO vengono svolte nella pratica di tutti i giorni.

Un’ulteriore particolarità dell’iniziativa consiste nel fatto che i siti che verranno ottimizzati dai docenti saranno selezionati tra quelli proposti dagli iscritti al corso.

Conoscendo lo scenario ed il mercato del search in Italia, con questa iniziativa SearchBrain auspica di soddisfare alcune delle richieste più comuni tra quelle che vengono fatte da aziende e agenzie che chiedono consulenza, in particolare:

  • l’acquisizione di un metodo di lavoro replicabile
  • la possibilità di imparare da esperti con oltre dieci anni di esperienza, anche in ruoli di coordinamento in agenzie SEM
  • apprendere su casi concreti e non teorici

La partecipazione all’evento è consigliata in particolar modo a coloro che hanno meno possibilità di definire da sé dei metodi o processi: osservare i consulenti lavorare su veri siti web potrà fornire molti spunti su come organizzare il proprio lavoro SEO.

Come da tradizione di YoYo Formazione Rotolante, il prezzo per tutti e tre i giorni è davvero irrisorio: 350 euro + IVA.

Per iscriversi e per ottenere tutte le informazioni logistiche vi rimandiamo al post dedicato al SEO Rock sul sito di YoYo Formazione Rotolante.

Ci teniamo ad evidenziare l’assoluta unicità della formula dell’evento, che sicuramente non verrà riproposto in futuro da YoYo e ci auguriamo di poter proporre una didattica basata sulla concretezza, con l’obiettivo di lasciare agli iscritti una visione chiara di come la SEO può essere organizzata e svolta su progetti reali.

Pensate che l’evento potrebbe esservi utile? L’appuntamento è a Lonigo il 9, 10 e 11 febbraio. Tenuto conto che il SEO Rock non verrà replicato, che il prezzo è contenuto e che i posti non sono tantissimi, il nostro consiglio è di bloccare adesso quelle date e di iscrivervi al più presto. 🙂

{ 6 comments }

Come l’anno scorso, anche quest’anno SearchBrain sarà presente al Convegno GT, il 17 e 18 dicembre 2011 a Riccione, con più di un contributo.

Logo del Convegno GTMaurizio Petrone e Piersante Paneghel parteciperanno in qualità di ospiti e potranno fornire spunti e approfondimenti sui diversi argomenti presentati dai relatori, grazie ad una novità didattica introdotta quest’anno, quella degli “appunti degli esperti“.

Disciplina in parte empirica, la SEO si presta ad essere discussa sopratutto sulla base delle diverse esperienze di coloro che la praticano. Condividendo conoscenze e casi realmente vissuti, Piersante e Maurizio avranno l’opportunità di arricchire ulteriormente i contenuti degli interventi dei relatori.

Enrico Altavilla presenterà invece un intervento in coppia con il collega (esterno a SearchBrain) e amico Cesarino Morellato. L’intero contributo è stato volutamente ammantato di mistero per svelare il meno possibile sulle sorprese che attenderanno gli iscritti all’evento. Dei contenuti, le uniche informazioni trapelate sono un titolo inconsueto e una descrizione fumosa, che riportiamo di seguito.

Duello a sorpresa tra Cesarino Morellato ed Enrico Altavilla

Enrico Altavilla e Cesarino Morellato si daranno battaglia sulle differenze di approccio nella gestione dei fattori SEO esterni. Due punti di vista assoluti e contrapposti, dai quali imparare osservando le diversità e ragionando su tutte le sfumature di grigio che esistono tra gli estremi del bianco e del nero. E tu da che parte starai?

Ogni anno il Convegno GT si rivela un’occasione per apprendere e per confrontarsi con i tanti operatori del settore che si danno appuntamento all’evento. L’appuntamento, e il nostro arrivederci a chi vorrà partecipare, è a Riccione il diciotto e diciannove dicembre.

{ 0 comments }

e-Commerce: 4 domande 4 risposte

by Piersante Paneghel on 4 novembre 2011

All’evento Madri appena concluso (ringrazio tutti i partecipanti per i feedback) Giovanni Cappellotto mi ha regalato un libro.

È un buon libro, molto utile per chi si appresta a lanciarsi nell’avventura di aprire un sito di e-commerce.

E-commerce. Progettare e realizzare un negozio online di successo
di Daniele Vietri, Giovanni Cappellotto HOEPLI

Dentro vi troverete strategie, tecniche, esperienze e anche una mia intervista, che risponde a 4 domande. Queste.

Quali sono i concetti importanti da avere in mente quando si pensa alla costruzione di un ecommerce?

 

Più o meno gli stessi che si dovrebbero avere per l’apertura di un normale negozio: È il settore giusto? I clienti mi troveranno? Useranno razionalmente gli spazi/reparti? Cosa intendo fare per la loro soddisfazione? Proporrò prezzi ragionevoli in base ai servizi offerti? Come si muovono i miei competitori? Cosa devo fare per farmi conoscere?
Domande normali insomma, ma che non sempre vengono poste. Il fatto è che aprire uno shopping on-line è tecnicamente abbastanza banale: un CMS open-source, feed xml di prodotti aggregati (il web ne è pieno) e pochi giorni di lavoro. Voilà, ecco l’ennesimo clone di kelkoo che probabilmente avrà vita grama per quello che riguarda il traffico organico da motori di ricerca.
In realtà le domande principali dovrebbero essere poste guardandosi bene allo specchio: cosa posso giocare io che gli altri non abbiano ancora giocato? Quale è o dovrebbe essere il mio punto di forza? Il prezzo? La copertura della domanda? La consegna gratuita? La velocità? Quali benefit posso offrire senza rimetterci?
Insomma: come costruisco una relazione onesta (e tendenzialmente win-win) con il mio target?

 

Un ecommerce richiede una cura ed un’attenzione particolare?

In un ecommerce si dà per scontato che la qualità SEO delle pagine debba essere impeccabile e automatica. Il CMS deve generare pagine HTML di qualità e con un allineamento SEO nativo incentrato sulla parola chiave scelta per la pagina. Ma non è quasi mai questo il problema principale.
Tipicamente un ecommerce ha un traffico incentrato sulle foglie/prodotto (presenti in molti altri ecommerce con descrizioni standard), grandi flussi di prodotti che entrano ed escono dagli scaffali ed in genere una struttura che dovrebbe favorire la scoperta rapida e l’indicizzazione delle nuove risorse.
È questo ultimo di solito il lato debole: la velocità di scoperta e indicizzazione dei nuovi prodotti.
Chi scala per primo le SERP di Google per quel determinato prodotto avrà più visite e quindi più commenti, diversificherà prima, a meno costi e meglio la scheda prodotti con i contenuti generati dagli utenti, e solidificherà così il posizionamento. Ma per arrivare prima degli altri bisogna essere scoperti prima dal bot. Quindi la velocità di discovery è (quasi) tutto e a questa va dedicata una attenzione maniacale.

 

Quali sono gli errori più diffusi, oppure le opinioni errate, rispetto alla capacità del SEO di ottenere risultati?

L’errore di gran lunga più diffuso è trascurare il nesso tra assorbimento/indicizzazione e alberatura dei contenuti.
Si nota spesso l’assenza di ausili alla navigazione per gli spider e le stesse mappe HTML, così diffuse un tempo, sembrano passate di moda.
In pratica si commette l’errore di demandare la fase fondamentale di scoperta delle nuove risorse al sitemap.xml, che altro non è se non un bulk add-url, anche se più sofisticato perchè fornisce un feedback sugli errori.
Per garantire la piena visibilità del sito invece bisogna di ragionare come se il sitemap.xml e i feed non esistessero.
Può Googlebot scoprire rapidamente tutti i miei prodotti, spendendo non più di 4 click dalla HomePage, e ignorando totalmente sitemap.xml e feed?
Se la risposta è si il sito ha una alberatura minima accettabile, viceversa bisogna costruirla assolutamente.
Alberature scadenti portano alla scoperta da parte dei bot di pagine foglia prive del ramo e quindi di PageRank, o con rami pletorici a rischio duplicazione.
Altro errore diffuso è affidarsi solo ai Google Webmaster Tools, e attendere la segnalazione degli errori di scansione per intervenire. I GWT hanno alcuni giorni di ritardo nella segnalazione degli errori riscontrati. Questo delay, tollerabile in un sito normale, potrebbe essere devastante in un ecommerce che ha decine o centinaia di migliaia di visite al giorno da parte dei bot. In due giorni un parametro indesiderato in pagine di listing può mandare in duplicazione interi settori del sito.
Quindi un ecommerce dovrebbe avere strumenti di controllo (e alert) automatici, con funzioni di monitoraggio dei log (le risposte date ai bot), che permettano di intervenire immediatamente al manifestarsi di un problema.

 

Si possono garantire risultati ed alti tassi di conversione?

“Garantire” è una parola impegnativa e sarebbe preferibile non usarla.
Il SEO è una sorta di avvocato del web che deve persuadere un giudice a volte lunatico (Google e i gli altri MdR), della bontà degli argomenti del proprio cliente, in modo da assicurargli una posizione elevata nei risultati di ricerca. Così come nessun avvocato serio si sognerebbe di garantire su quale sarà la sentenza del giudice, nessun SEO serio può garantire un risultato certo in Google.
Quello che si dovrebbe invece garantire è che il caso verrà seguito al meglio delle proprie capacità, con tempi di attenzione congrui e in “scienza e coscienza”. Ovvero con standard SEO adeguati e non facendo mai nulla che possa danneggiare il proprio cliente.

 

Piersante

{ 4 comments }

Interventi molto particolari per il quinto Convegno GT

by searchbrain on 23 novembre 2010

Vi informiamo che alla quinta edizione del Convegno GT, che si terrà a Riccione i giorni 11 e 12 dicembre 2010, SearchBrain parteciperà attraverso la presenza di Maurizio Petrone e di Enrico Altavilla, ognuno dei quali proporrà un intervento.

Case History sulle Sitemap XML

in che modo le modifiche apportate alla Sitemap XML hanno influito sul ranking di un sito: resoconto ed analisi di un fenomeno inaspettato.

(Maurizio Petrone)

In occasione di alcune modifiche nell’architettura di un sito web, è stato notato un cambiamento massiccio e diffuso nei ranking: test successivi hanno ricondotto il fenomeno esclusivamente alla Sitemap XML, che era stata aggiornata, confermando sul campo che essa può – da sola – influire in modo diretto sul posizionamento in Google.

L’intervento illustra nei dettagli l’accaduto e la metodologia usata per i test, e propone una chiave interpretativa per il fenomeno osservato.

Buy Visibility Online: comprare siti e riattivare domini

Dall’acquisto di siti già avviati alla riattivazione di siti non più esistenti: evitare fregature e acquisire visibilità sfruttando incredibili opportunità di cui (quasi) nessuno si accorge.

(Enrico Altavilla)

Il tema dell’acquisto di siti e, ancor di più, quello della riattivazione di domini scaduti sono estremamente delicati: da un lato possono nascondere eccezionali opportunità per l’acquisizione di visibilità, generica e SEO, dall’altro presentano criticità di svariata natura che l’intervento espliciterà ed affronterà in modo diretto, fornendo consigli e best practice per evitare potenziali problemi e massimizzare i risultati.

La seguente mappa riassume i contenuti della sessione sull’acquisizione di visibilità ma cela volutamente gli approfondimenti più succosi, che riserviamo ovviamente agli iscritti al convegno.

Mappa dell'intervento Buy Visibility Online

Siamo certi che i temi proposti rappresentino una novità per i convegni del settore e, per chi si è iscritto all’evento, saremo lieti di incontrarvi a Riccione per due giornate di SEO e marketing!

{ 2 comments }

Piersante Paneghel al Seo Web Marketing Experience 2010

by searchbrain on 10 novembre 2010

Madri Seo Marketing ExperienceSegnaliamo che anche quest’anno Piersante Paneghel terrà un intervento all’edizione milanese del corso Seo Web Marketing Experience, organizzato da Madri Internet Marketing il 19 novembre 2010.

In linea con gli obiettivi del corso e con la volontà di presentare esperienze ed esempi reali da parte dei professionisti del marketing online, Piersante proporrà delle ghiotte “pillole SEO“: come scovare “miniere nascoste” di link, come “intubare” un sito per sapere ora cosa Google ci dirà tra cinque giorni e altre tecniche su SEO e posizionamento.

L’appuntamento è per la prossima settimana, venerdì 19 novembre, a Milano. Tutte le informazioni sul corso possono essere reperite sul sito del Seo Web Marketing Experience.

{ 3 comments }

Corso SEO Swing: nozioni, pratica, metodi di lavoro

by searchbrain on 9 novembre 2010

Dopo la positiva esperienza del corso SEO avanzato, progettato assieme a YoYo Formazione rotolante e tenutosi il 21 ottobre 2010, due consulenti di SearchBrain torneranno a vestire i panni dei docenti per il corso SEO Swing, una full-immersion SEO di tre giorni che si terrà a Lonigo (VI) il 17, 18 e 19 febbraio 2011.

Replicando la formula già rodata, Piersante Paneghel ed Enrico Altavilla si occuperanno della progettazione dei contenuti e della docenza, mentre YoYo si occuperà dell’organizzazione dell’evento.

A differenza del corso precedentemente progettato con YoYo, questa volta i consulenti di SearchBrain hanno deciso di proporre non solo argomenti legati agli aspetti tecnici ma anche temi riguardanti l’organizzazione del lavoro per chi fa SEO di professione, attingendo all’esperienza maturata nel corso degli anni, da freelance ed in agenzie SEM.

Obiettivi del corso

Trasferire conoscenza, proporre metodi di lavoro, offrire l’opportunità di confrontarsi con altri professionisti che hanno svolto l’attività di SEO per diversi anni, in agenzie e come consulenti.

Target

Non sarà un semplice corso di SEO ma un corso per SEO. Focalizzato su temi importanti per chi fa il SEO di professione, per la propria azienda o per clienti.

Si dà per scontata una buona conoscenza di protocollo HTTP, strumenti di indicizzazione e configurazioni di web server per finalità SEO (es: URL rewriting, redirezioni, ecc.).

Argomenti

Il corso tratterà due principali temi:

  • tutti i principali elementi di un’analisi SEO di un sito: quali aspetti controllare, come individuare criticità, che soluzioni adottare;
  • gli aspetti lavorativi dell’attività SEO: dall’organizzazione del lavoro, alle metodologie operative, allo sviluppo di progetti SEO per coloro che svolgono l’attività per aziende clienti.

Approccio alla didattica

Non solo teoria ma anche un approccio concreto su come svolgere le attività tipiche di un’ottimizzazione di un sito web: metodologie d’esempio e strumenti di riferimento.

Mappa degli argomenti

Ecco di seguito una mappa dei macro-argomenti dei quali si discuterà:

Mappa argomenti corso SEO Swing

Mappa degli argomenti del corso SEO Swing (clicca per ingrandire)

Costi, iscrizioni e informazioni logistiche

Riteniamo che il prezzo scelto da YoYo sia davvero allettante, per un corso di tale ampiezza e contenuti. Per tutti i dettagli, dal prezzo, alla logistica, alle iscrizioni, vi invitiamo a fare riferimento alla pagina dedicata al corso SEO Swing sul sito di YoYo Formazione rotolante.

Per i consulenti di SearchBrain, sarà un piacere ricreare l’ambiente informale nato durante il corso precedente e approfittare della durata di tre giorni per alternare lo studio alla buona tavola e ad altre attività di puro relax.

Se vorrete partecipare, l’appuntamento è a Lonigo (VI) per febbraio prossimo.

{ 3 comments }

SearchBrain al SEO Camp 2010

by searchbrain on 29 ottobre 2010

Con questo breve post vi segnaliamo che il SEO Camp che si terrà lunedì 1 novembre 2010 a Fidenza potrà essere un’occasione per fare due chiacchiere molto informali sul search marketing.
SEOCamp 2010, Fidenza

SearchBrain parteciperà attraverso la presenza di Enrico Altavilla e Giacomo Pelagatti. L’evento, giunto alla sua seconda edizione e organizzato da Simone Righini, promette discussioni su una nutrita serie di acronimi (SEO, SEM, SMO, CAP, ecc…), come si legge sulla pagina di BarCamp.org con l’annuncio del SEO Camp, sulla quale troverete le indicazioni per segnalare la vostra presenza.

Per chi riuscirà a fare un salto, l’appuntamento è per lunedì prossimo.

Aggiornamento (2/11/2010): Le slide del mini-intervento di Giacomo sono su SlideShare.

{ 0 comments }